Archivio | Storia

2011

1805 – 1813  Verso l’Unità: Tarzo nel napoleonico Regno d’Italia
La nscita del Comune moderno.
a cura di Elena Pessot

Tarzo | Aula Magna Scuola Media | 1 giugno 2011

Fin  dalle sue prime apparizioni sul palcoscenico della storia il nome di Napoleone Bonaparte ha suscitato grandi entusiasmi e grandi odi. Soldato, abile stratega, uomo politico lucido e pragmatico ha attraversato come una meteora l’Europa, trasformandone in modo irreversibile  con la forza della spada e del diritto il volto politico, istituzionale e culturale.

Seppur breve e controverso, il periodo della dominazione napoleonica per la nostra Penisola fu un momento di fondamentale importanza nel processo ideale e politico che porterà nei decenni successivi alla nascita dell’Italia Unita. Non a caso l’amministrazione dell’Italia Unità recupererà nei suoi principi fondanti  il sistema dipartimentale napoleonico, essendo stato l’unico (ed il primo) esempio di amministrazione moderna ed efficiente presente nella Penisola preunitaria.   

La manifestazione 1805 – 1813  Verso l’Unità. Tarzo nel Regno Napoleonico d’Italia. La nascita del comune moderno ripercorrendo le vicende che trasformarono la Podesteria di Tarzo nel Comune di Tarzo, ha voluto essere dunque un momento di riflessione sulle trasformazioni istituzionali, giuridiche e culturali, prodotte dal fulmine passaggio dell’astro napoleonico attraverso incontri interattivi ( laboratiri didattici, mostra di modellismo, videoproiezioni ) e incontro didattito finale