Archivio | Musica

2007 |

Concerti a palazzo 2007
Rassegna concertistica di giovani interpreti | Prima edizione
Sacile | marzo – aprile 2007

Il Suono della politica | il suono del cuore.
Napoleone e la musica 
Spettacolo da un idea di Elena Pessot
Teatro Don Bosco | Pordenone | 5 maggio 2008

Lo spettacolo  ‘Il suono della politica Il suono dell’Cuore :Napoleone attraverso la musica’ si  inserisce in un lavoro di ricerca storico musicologia avviato da Elena Pessot nel corso del 2006, teso ad indagare le trasformazioni subite dal linguaggio musicale tra Settecento ed Ottocento sotto la spinta vorticosa degli avvenimenti storici che hanno proiettato l’Europa in una dimensione politica moderna.
Rivoluzione Francese,  crollo dell’Antico Regime, Napoleone Bonaparte:  momenti e personaggi che la musica ha registrato, ha fotografato con l’immediatezza della cronaca, consegnandoli alla posterità nella molteplicità delle sfumature emotive vissute dai protagonisti stessi
La musica prodotta, fu tanta e diversa per forma, concezione e contenuti:  musica militare, musica per le grandi feste di piazza della Rivoluzione, musica d’intrattenimento, opera italiana, grand’operà francese, Singspiel tedesco; e poi la musica, il suono di L. van Beethoven, sintesi delle speranze e degli ideali un’epoca, sospesa tra passato e futuro.
Nello specifico lo spettacolo ‘Il suono della politica, il suono dell’Cuore: Napoleone attraverso la Musica  è  dedicato al rapporto di Napoleone con la musica. Un rapporto bivalente, nel quale la distinzione tra uso politico e pubblico della musica e fruizione personale fu netto: ciò che Napoleone Imperatore esigeva fosse rappresentato nei teatri dell’Impero e a Parigi in particolare era profondamente diverso da ciò che Napoleone uomo, amava ascoltare lontano dai clamori e dalle necessità della politica.
E’ lo stesso Napoleone che raccontando la sua avventura politica e militare, il suo rapporto con le arti e con la musica, racconta se stesso. Nelle intenzioni della curatrice dunque lo spettacolo si propone attraverso i ritmi della parola e la forza emotiva della musica di delineare i tratti salienti di una personalità politica e umana affascinante e controversa come quella di Napoleone Bonaparte.
Un  ritratto umano, che  diventa inevitabilmente affresco sonoro ed emozionale di un’epoca. 

Testi di: Sthendal, M.de Stael, Napoleone e E.Pessot
Musiche di : R.de Lisle, G.Paisiello, W.A.Mozart, C.W.Gluck, L.Cherubini, E.N.Mehul

Con il patrocinio
Regione Friuli | Provincia di Pordenone | Comune di Pordenone