Riflessi

Metamorfosi: immaginare per costruire un futuro umano

In nova fert animus mutatas dicere formas corpora…
L’ispirazione mi spinge a narrare
le trasformazioni dei corpi in altri del tutto diversi…
Ovidio, Metamorfosi, Libro I vv.1-2

Le bottiglie di plastica sono trasgurate dalla sua fantasia, dall’abilità delle sue mani. Le forme ed i colori originari diventano ponti verso nuovi orizzonti espressivi, verso nuove possibilità di signicato: liberate dalla loro materialità e dalla loro funzione originaria, esse vengono proiettate in una dimensione ‘altra’, eterea, che mette in moto la nostra immaginazione e la nostra riessione sul delicato equilibrio tra progresso scientico-tecnologico e risorse naturali, tra il disordine materiale e morale del riuto abbandonato a se stesso e l’ordine possibile della bellezza, tra uomo e natura…

Ninfe, creature mitiche che abitano fiumi, mari, monti; e poi la forza fragile di Venezia con i suoi simboli….

DENTRO LE OPERE |

VIDEO |