Background Image

Piece teatrale in un prologo e cinque scene di Elena Pessot
Porcia - Villa Dolfin Correr - 2 maggio 2009. Vai

Sabato 2 maggio 2009 nella cornice suggestiva di Villa Correr-Dolfin a Porcia di Pordenone è andata in scena in prima assoluta la Piece in un prologo e cinque scene Aspettando l’Imperatore ideata e scritta da Elena Pessot.
Tema dello spettacolo, inserito nell’ambito delle celebrazioni per il Bicentenario della Battaglia Napoleonica dei Camolli: la visita dell’Imperatore Napoleone Bonaparte al dipartimento del Friuli nel dicembre del 1807. Freddo, vento, pioggia accompagnarono Napoleone Bonaparte nel suo ultimo viaggio di stato in Italia sul finire del 1807. Milano, Brescia, Verona, Vicenza, Venezia, Treviso, Pordenone, Palmanova, Udine furono le tappe principali di quello che fu un viaggio politico e nel contempo un grande evento culturale e mondano ed una sontuosa festa imperiale. Per l’occasione in ogni piccolo e grande centro, interessato dal passaggio del corteo imperiale furono organizzate  feste di piazza, spettacoli teatrali, balli, ricevimenti, parate… Memorabile fu l’accoglienza che Milano, capitale del Regno d’Italia e Venezia, città simbolo  di quel mondo antico spazzato via dalle truppe francesi, riservarono all’illustre ospite.

Il racconto minuzioso, affascinante ed affascinato, che i protagonisti dell’epoca hanno lasciato di questo momento unico nella storia del Regno d’Italia, ha ispirato la Pièce Teatrale in un prologo e cinque scene Aspettando l’Imperatore,

E’ la vigilia dell’arrivo dell’Imperatore a Pordenone; nel suo palazzo il viceprefetto del distretto di Pordenone, Ferdinando Porzia, dà un ricevimento, al quale partecipano le autorità locali, i nomi illustri della città, gli ufficiali francesi d’istanza nel territorio friulano… Tra brindisi, balli e tanta musica si parla di politica, di moda, di balli, di liaison amoureuse e… dell’imminente arrivo dell’Imperatore….

La storia, il rigore storico-filologico nella ricostruzione dei costumi, della musica e delle coreografie e  la forza della fantasia hanno guidato la scrittura di questo spettacolo,che vuole evocare attraverso il potere emozionale del teatro, della musica e della danza le atmosfere raffinate, preziose dell’alta società civile napoleonica, colta in quel gioco altalenante  di entusiasmi,  speranze e inquietudini, suscitate da un giovane generale diventato Imperatore che cambiò per sempre il corso della storia e che l’indomani sarebbe giunto a Pordenone.

Si è trattato di uno spettacolo unico nel suo genere in Italia ed all’estero nel quale sono stati coinvolti quattro voci recitanti, sedici ballerini, dieci musicisti, un soprano, venti comparse appartenenti ai gruppi di rievocazione storicaClub Fiorile - Bottega delle Sartore - Stato Maggiore 27me demibrigade

Le musiche usate per le coreografie sono tratte dalla raccolta originale Recuiel des Contre-danses et Waltzer di Louis Julien Clarchies (Parigi 1802) e arrangiate per complesso da camera dal M° Pietro Zazzetta.

Direzione scientifica ed artistica Elena Pessot
Direzione Musicale Pietro Zazzetta
Regia Maurizio Perrotta
Coreografie Raffaele Dessi con la partecipazione straordinaria di Mariuccia Bassi
Costumi Atelier Pietro Longhi - Venezia

Sotto l'alto patronato
Consolato Generale di Francia a Milano

Con il patrocinio di
Comune di Porcia
Ass.Napoleonica d'Italia - Le Souvenir Napoleonien (Delegazione Nord-Italia) - Lions Club Sacile

In collaborazione con
Ass.Proprocia - Ass.di Studi Napoleonici '26 maggio 1805'
Compagnia Teatrale Obiettivo Teatro - Ass.Historica Memoria - Società Bergamo Città dei Mille

Immagini - Porcia 2009

 

 

Follow Us