Background Image

Anna Cardinaletti, Voci con gli occhi, parole con le mani.Una Lingua per pensare il mondo

Viaggio nella lingua dei segni italiana (LIS)

con la partecipazione di Lisa Danese, traduttrice e interprete Lis

Conegliano | Aula Magna del Liceo Marconi

giovedi 22 novembre 2018 | ore 20.30

 

Le mani, gli occhi, il corpo dei sordi, muovendosi nello spazio e ritmicamente nel tempo plasmano parole silenziose; i loro occhi, ne catturano il significato; essi sentono, vedendo …

Le lingue dei segni, diverse per ogni nazione, sono i canali attraverso i quali le persone sorde guardano, imparano e conoscono il mondo… Conoscere il linguaggio dei segni è un’occasione unica per entrare nei misteri più profondi del linguaggio, riflettere da una prospettiva ‘altra’ sui meccanismi e strutture linguistiche, ritrovando quella meraviglia e quella gioia che tutti ( udenti e sordi) sperimentiamo nel momento in cui attraverso parole dette, scritte e segnate possiamo aprirci al mondo ed alla conoscenza e vivere un’esistenza davvero umana.

Abbattere le barriere della comunicazione, garantendo accessibilità linguistica ai contenuti, per offrire a tutti la possibilità di accedere in maniera facile e completa alle informazioni è una priorità politica, sociale e culturale per costruire un mondo migliore.

Questi alcuni dei temi che saranno affrontati da Anna Cardinaletti e Lisa Danese. Anna Cardinaletti è professore ordinario di Glottologia e linguistica all'Università Ca' Foscari Venezia, dove insegna Linguistica teorica e applicata e Linguistica clinica. Partendo dalla Linguistica generale, Anna Cardinaletti, si è interessata al modo in cui i bambini imparano le lingue, in situazioni normali o atipiche come nel caso della sordità e della dislessia, alla lingua dei segni come appunto alternativa comunicativa e alle questioni dell'accessibilità alle informazioni e ai contenuti .

Lisa Danese, linguista specializzata in lingua dei segni italiana (LIS), interprete e traduttrice italiano/LIS e socio fondatore con Anna Cardinaletti di ‘Vesyt,’spin-off dell’Università Ca’Foscari, che sviluppa servizi digitali per l'abbattimento delle barriere della comunicazione

Bibliografia di riferimento: Oliver Sacks, Vedere voci , Adelphi 1990, p.78


 

Follow Us