Background Image

RIFLESSI D'ARLECCHINO

 

     

 

 

Una bottiglia di plastica, la sua problematicità; Venezia, la sua vulnerabilità; un simbolo, l'Arlecchino di goldoniana memoria... L'immaginazione creativa di Mario Pessott ha fuso questi temi nella scultura Riflessi d'Arlecchino. 

Con la sua arguzia e semplicità Arlecchino coglie le contraddizioni del mondo e dell'animo umano... Si muove, si contorce, salta; suscita il riso perchè coglie l'essenza dell'uomo nel suo rapporto intenso, necessario con la natura...

Sulla superficie, frastagliata (rattoppata) la luce gioca con i riflessi e ci ricorda quanto la nostra umanità possa realizzarsi compiutamente solo in un rapporto armonico ed autentico con l'universo.

Dopo il legno, l'acciaio, il bronzo è la volta della plastica di una bottiglia: la forza di ogni materiale offre occasioni per ripensare e ricreare la forza della vis comica della celebre maschera...

 
 

Arlecchino: la forza della vis comica
Galleria d'arte on-line - Sculture moderne
Arlecchino tra segno e bronzo -
Racconto per immagini della trasformazioni
Progetto Riflessi.Riflessioni plastico-formali sulla forza rigenerativa dell'immaginazione. Metamorsosi di una bottiglia di palstica

 

 

 

Follow Us