Background Image

La fiamma dell'Unità Europea. Il Cern di Ginevra

IMMAGINAZIONE, CREATIVITA', SCIENZA

Incontri con Il fisico MARINA COBAL,responsabile nazionale per l’esperimento Atlas-Italia

Conegliano 6 ottobre - Venezia 4 novembre 2016

 

Tre seminari bellissimi, molto intensi sia da un punto di visto di contenuti che emotivo, quelli tenuti da Marina Cobal, responsabile nazionale dell'esperimento Atlas del Cern di Gineva e svoltisi a Conegliano, presso l'Auditorium del Collegio Immacolata il 6 ottobre 2016 e a Venezia presso il Campus Scientifico dell'Università di Venezia il 4 novembre 2016 nell'ambito della manifestazione 'La fiamma dell'Unità Europea.Il Cern di Ginevra: Immaginazione, creatività e scienza'.

Guidati dalla passione e dall'entusiasmo di Marina Cobal abbiamo fatto un viaggio con il cuore nell ’infinitamente piccolo e  con l’ago della bussola fermo su quello straordinario dialogo umano tra razionalità ed irrazionalità, tra il rigore e la sistematicità della ricerca scientifica e l’estrosità e l’imprevedibilità dell’immaginazione, anima vitale di una scienza fatta dagli uomini per gli uomini, per il solo desiderio di conoscere…E dunque abbiamo concretamente dialogato e fatto dialogare musica, poesia, scienza; Lucrezio, Haydn, Vivaldi con LHC di Ginevra, Socrate, Aristotele con Marie Curie ed Einstein; il modello standard con la metafora...

Tanti i temi affrontati nel corso di tre incontri: che cosa significhi essere scienziati oggi; Quale sia il ruolo dell’immaginazione e della creatività nella ricerca scientifica; Se la tendenza alla specializzazione spinta in atto attualmente nei percorsi formativi europei sia la soluzione giusta per superare le criticità del momento o se invece sia fondamentale oggi più che mai recuperare la lezione degli antichi, la loro visione unitaria e umanistica della conoscenza, perché l’uomo è corpo e spirito, razionalità ed irrazionalità…Ed ancora la questione del linguaggio nella scienza ( come comunicare contenuti complessi in modo semplice ed efficace); l’importanza della metafora; il ruolo fondamentale di una formazione classica ed artistica per uno scienziato; il ruolo della donna nelle ‘scienze dure’, il talento che non può essere sottomesso al genere; la questione europea ed il progressivo smarrimento dei  valori ideali su cui è nata l’Europa ( il Cern è il primo ed unico progetto sostenuto da quegli ideali ); il dialogo tra generazioni, che costituisce la forza del Cern, da dove è estranea la parola ‘rottamazione’…

Un viaggio dunque dalla scienza immaginata dei classici all'esperimento Atlas del Cern di Ginevra: lo stupore dell'uomo difronte alla grandezza della natura e il suo desiderio di conoscenza.

Grandissima la partecipazione di giovani e di studenti, commossi ed entusiasti per aver respirato speranza nel futuro e tanta, tanta umanità. 

Programma

 

Follow Us